ID:53829715

 Quanto costa un sito web professionale per la tua azienda? No, no, non rispondere, conosco già io la tua risposta: “Booooohhhh?” E sai come faccio a conoscerla? Semplice: lavoro nel settore da quasi dieci anni e praticamente non m’è mai capitato un cliente che fosse in grado di “districarsi” nella giungla delle proposte web…  

Quanto costa un sito web professionale: cosa CONOSCERE per scegliere meglio

Ma come puoi scegliere il miglior preventivo per la tua azienda se non hai gli elementi per misurarlo?

Non puoi fare una scelta ragionata: sceglierai “quello che costa meno”, o “quello che t’ha convinto di più il commerciale” o quello che “ha fatto il sito al tuo amico” che t’ha detto che s’è trovato bene e quindi ti affidi alla referenza.

Ma in nessuno di questi casi avrai fatto una scelta consapevole. Per questo motivo scrivo quest’articolo, per tentare di darti qualche strumento in più per scegliere meglio e in maniera più consapevole con chi fare il sito web della tua azienda.

Partiamo dall’obiettivo

Per capire quanto costa un sito web professionale, non si può non partire dagli obiettivi che si vogliono raggiungere, così come dovendo scegliere la nuova auto da comprare, non si può non tenere in considerazione l’uso che se ne fa: se la usi solo per fare “casa-lavoro” e magari abiti anche vicino all’ufficio, può bastarti un’utilitaria,  se invece “giri sempre in macchina” per lavoro e fai 80.000 km all’anno la scelta parte ovviamente da presupposti completamente diversi. Per capire quanto devi spendere col sito, dobbiamo quindi partire dagli obiettivi che vuoi raggiungere:

1) Obiettivo “Spendere il meno possibile” – “Sito biglietto da visita”

Se l’obiettivo che vuoi raggiungere con la realizzazione del sito è avere un “biglietto da visita” (appellativo orrendo che ancora mi provoca la pelle d’oca a sentirlo), perchè ritieni che per la tua attività questo basti ed avanzi, ti consiglio di seguire un paio di strade:

  • Ti fai il sito GRATIS: Ci sono diversi siti presenti online (tra i più famosi  Weebly.com ,Wix.com,WordPress.com) che ti permettono di fare GRATIS e in poche ore un sito web. Ti basta accalappiare il primo ventenne che ti capita a tiro, lo metti davanti al pc per un pomeriggio, et voilà, c’hai il tuo bel SITO BIGLIETTO DA VISITA nuovo di pacca!
  • Spendi meno di mille Euro: Se non sei così fortunato da avere a portata di mano un teenager da schiavizzare per qualche ora, allora cerca qualcuno (ne troverai a paccate, sia di piccole web agency che di web designer con partita iva) che possa realizzare il tuo sito con una cifra che non superi i mille euro.

Ovviamente, in entrambi i casi sopra riportati,  non ti permettere poi di pensare e dire in giro che INDERNETT NON FUNZIONA o che IO IL SITO CE L’HO MA NON MI PORTA NIENTE

2) Obiettivo “il SITO CHE FUNZIONA!”

Se a differenza del primo caso,  non ti basta avere un “sito vetrina”, ma vuoi sfruttare internet come strumento di business, come canale di vendita aggiuntivo, e strumento per la ricerca di nuovi clienti e aumento di fatturato, la situazione si complica notevolmente, e ti confesso che non vorrei essere nei tuoi panni di imprenditore che deve scegliere a chi affidare la realizzazione del proprio sito web: è un enigma non da poco!

Ho verificato io stesso le informazioni che si trovano online al riguardo: una BABELE, si legge tutto e il contrario di tutto.

Per fortuna che CI SONO IO QUI AD AIUTARTI!

Come “misurare” un preventivo di sito web

Non ti nascondo di essermi trovato in difficoltà nello scrivere questo post. Infatti non mi è stato facile trovare il modo di darti gli strumenti per aiutarti nel misurare un preventivo web, senza entrare nel tecnico ma dovendo essere pratico. Alla fine ho pensato che le cose che sicuramente un imprenditore può misurare in un preventivo per un sito web sono:

  • Le ore di lavoro del progetto e la tariffa oraria
  • L’autorevolezza e solidità del fornitore
  • Lo staff della web agency

Le ore di lavoro del progetto e la tariffa oraria

Senza entrare nel tecnico e rischiare di farsi raccontare un sacco di storie che tanto faresti fatica a capire (com’è ovvio che sia,visto che se facevi il programmatore web il sito te lo facevi da solo), il primo consiglio che ti do per “misurare” il preventivo di sito web che ti è stato formulato è quello di chiedere quante ore di lavoro sono state stimate per il progetto.

Questa è un’ informazione che di solito non c’è mai nei preventivi (ed è giusto che non ci sia, tanto a te alla fine interessa il risultato finale), ma è anche vero che la web agency (o il professionista) che il preventivo te l’ha fatto un’idea abbastanza precisa di quanto tempo ci metterà a farti il sito ce l’ha (e se non ce l’ha, allora eliminala subito dalla “competizione”).

A cosa ti serve sapere quante ore ci vogliono?

Conoscere le ore di lavoro stimate ti permette di raccogliere queste informazioni:

      Tariffa oraria: dividendo il costo totale del progetto per le ore di lavoro stimate ottieni la prima informazione: la tariffa oraria applicata al progetto. Dovrebbe attestarsi intorno ai € 40/h, che è una tariffa ragionevole se consideri i costi che un dipendente specializzato può avere, i costi accessori di gestione e il margine sacrosanto che un’azienda sana deve applicare.

Se il risultato invece si discosta troppo da questa tariffa allora fossi in te comincerei a fare attenzione alla proposta:

o   Se la tariffa oraria è molo più bassa allora c’è qualcosa che non torna per difetto. Potrebbe voler dire diverse cose: la web agency non ha tecnici specializzati, e magari il sito te lo fa uno stagista (con i risultati che ti lascio immaginare), oppure la cura nello svolgimento del lavoro previsto non è della qualità con cui te lo hanno proposto: un sito web ha un sacco di aspetti “invisibili” al tuo occhio che poi ne decretano il successo o il fallimento. Se ci mettono “troppo poco”, c’è puzza di BRUCIATO;  

o   Se la tariffa oraria è troppo alta, c’è qualcosa che non torna comunque. O sei di fronte ad un’azienda che ha tecnici iper specializzati, con anni di esperienza, e di riconosciuta fama e autorevolezza nel settore (ne esistono, ma in Italia si contano sulle dita di una mano) oppure sei di fronte ad un preventivo che tenta di SFILARTI DI TASCA euro aggiuntivi senza giustificazione:in questo caso LASCIA PERDERE la truff-agency in questione…

L’autorevolezza e solidità del fornitore

Il secondo parametro che ti consiglio di misurare (sempre premesso che il tuo obiettivo sia avere il SITO CHE FUNZIONA! , ovvero sfruttare internet come strumento di acquisizione clienti) è l’autorevolezza e solidità del fornitore che si propone per la realizzazione del sito web della tua azienda.

  • In quanti sono?
  • Da quanto tempo esistono?
  • Che tipo di servizio di assistenza ti viene fornito?

Sono tutte domande a cui devi avere risposte CONVINCENTI.
Sfruttare con successo la presenza online è un obiettivo che si raggiunge, sicuramente  “partendo col piede giusto” e facendo un buon lavoro iniziale, ma anche e soprattutto migliorando anno dopo anno quanto si è già fatto: è sfruttando il lavoro sul lungo periodo che si ottengono le maggiori soddisfazioni da internet.

E’ quindi più utile rivolgersi ad un’azienda che sia solida, che abbia già una storia abbastanza consolidata e che sia in grado di supportarti nel tempo. M’è capitato fin troppe volte di parlare con clienti i cui web master erano spariti e diventati irrintracciabili.

Lo staff della web agency

L’ultimo fattore che ti consiglio di valutare quando devi comprare un servizio web si riferisce alla composizione dello staff della web agency che ti propone il preventivo. Ne avevo già parlato in un altro post, ma ripeto qui il concetto perché è molto importante.

Per realizzare un sito internet di successo sono NECESSARIE almeno 4 figure professionali diverse:

  •  Un Web designer
  •  Un programmatore web
  •  Un SEO
  •  Un sistemista

Il Web Designer si occuperà dell’aspetto grafico del sito, il programmatore si occuperà di “costruire” il sito, il SEO si dedicherà alle attività per renderlo visibile e al sistemista toccherà invece il compito di configurare e manutere il server che lo ospita per rendere il sito veloce e sicuro (aspetto questo molto importante e troppo spesso IGNORATO).

Controlla quindi che la web agency che ti si propone abbia all’interno del proprio staff ALMENO queste 4 figure professionale, e bada bene che siano DISTINTE, che per ognuna di esse ci sia una persona DEDICATA: ciascuna è infatti una mansione per la quale sono necessarie profonde ed ampie conoscenze dell’argomento che difficilmente possono essere presidiate da una stessa persona. E diffida “dai tecnici TUTTOFARE”: in genere fanno tutto MALE.

UN CONSIGLIO FINALE: FISSA IL BUDGET

Come dicevo in apertura, probabilmente di web ne sai poco o niente. E se pensavi che chiedere più di un preventivo fosse una mossa “astuta”, t’assicuro che ti SBAGLI DI GROSSO.

Se fai così, senza alcun accorgimento, è molto probabile che ti arrivino preventivi diversi, magari anche molto diversi sia nel prezzo che nella “proposta tecnica”, che tu non hai le conoscenze per esaminare, e il risultato è che non sai che pesci prendere e come scegliere il “migliore”.

FISSA IL BUDGET

Se però fissi tu il budget di quanto vuoi spendere, ti metti in una condizione MOLTO migliore:

fissi un parametro uguale per tutti i tuoi potenziali fornitori che a questo punto dovranno convincerti con la proposta di servizi!  

———————————

E anche questo è andato. E’ stata un po’ più dura del solito trovare il modo di aiutarti nel fornirti le informazioni per capire quanto costa un sito web professionale, ma spero di essere riuscito nell’intento. Ciao, e al prossimo articolo!

*******************************************
Devi rifare il sito aziendale ed è tua intenzione fare un BUON LAVORO?
[Affidati a me per avere un SITO WEB EFFICACE!]

Il sito web e la tua presenza online devono essere il mezzo per raggiungere ed acquisire nuovi potenziali clienti. Se stavi pensando di rifare il sito web aziendale, e vuoi rifarlo con ME, contattami per discuterne, e vediamo se posso AIUTARTI. Puoi scrivermi qui 
*******************************************