Mia mamma è su Facebook. S’è creata l’account qualche mese fa (in realtà glielo abbiamo creato io e mia sorella dopo mesi di sue minacce). Mia mamma ha 62 anni e, come molte mamme 62enni, per quanto sia giovanile e in forma, non è che proprio c’ha la tecnologia nel sangue…

Ma sta su Facebook, perché Facebook è FACILE da usare!

Ho da qualche giorno finito di leggere un libro intitolato “Creare prodotti e servizi per catturare i clienti (Hooked)” (qui il link di Amazon), un testo che parla di come realizzare prodotti digitali che attraggano gli utenti fino ad instaurare in loro un’abitudine e diventare quindi prodotti di successo.

Tra i tipi di prodotti di cui si parla nel libro ci sono i Social Network. Nel libro si spiega quali fasi di “utilizzo” da parte degli utenti un social network deve passare e quali caratteristiche deve avere per raggiungere il successo.

Una delle caratteristiche principali che viene enunciata è la FACILITA’ di utilizzo.

In pratica l’autore spiega che tanto più facile è l’utilizzo (almeno iniziale) di un social network, tanto più è probabile che gli utenti (i clienti del social) lo premino e lo facciano diventare un prodotto di successo.

Prendi Facebook, ad esempio: il suo utilizzo è davvero a prova di inesperto.

Come si scrive un post su Facebook? Ti colleghi e al centro dello schermo vedi il campo in cui scrivere e la scritta “A cosa stai pensando?”
Ti piace un contenuto che leggi? Hanno inventato il tastino “Mi Piace” sul quale cliccare.
Vuoi commentare un post? Trovi in bella vista il campo “Scrivi un commento”.

Insomma, è tanto facile che può usarlo anche un bambino!

Ma che c’entra Facebook con me? (ti starai forse chiedendo…)

Te lo spiego raccontandoti un caso che mi è capitato qualche giorno fa.

Parlavo al telefono con una cliente delle modifiche che a mio parere andavano apportate al suo sito, fino a quando le dico: “…e poi nella scheda di ogni prodotto deve esserci un bel form in evidenza per permettere la richiesta di informazioni da parte di chi è interessato….”

Cliente: “…ehm, ma il form c’è già, è quello dove c’è scritto “Request Password…”

Io: “…?..!…???…!….come scusa? quale sarebbe?”

Cliente: “Eh si, quello li di fianco al prodotto con scritto Request Password!”

Aveva ragione, c’era un qualcosa che alla vista poteva ricordare un form, ma:

1) Era in inglese (nella sezione italiana del sito),

2) Non invitava a chiedere informazioni e quindi a dimostrare interesse per il prodotto, bensì a richiedere una password per accedere successivamente ad un’area riservata nella quale poter scaricare un catalogo per approfondire le informazioni sul prodotto.

Va chiarito subito un concetto: a quanto dice la cliente (e non ho assolutamente alcun motivo di dubitarne) l’idea di fornire la scheda tecnica del prodotto all’utente, piuttosto che la possibilità di richiedere un preventivo, è decisamente adeguata alla situazione per la particolarità del settore e del tipo di applicazione del prodotto in questione.

Ma la mia domanda è: perché rendere il tutto così complesso per l’utente?

Perché invece di scrivere nel form “Richiedi la Password” (Request Password) non si propone all’utente una frase come “Scarica la Scheda Tecnica del Prodotto”, che è più normale, più intuitivo e molto più vicino all’esigenza dell’utente?

Perché invece di fargli compilare un form per:
➡️ ricevere una password via email,
➡️ doversi ricollegare ad un’area riservata del sito,
➡️ loggarsi facendo il copia incolla della password ricevuta per email,
➡️ e poi poter scaricare il catalogo…

…non si crea un form tramite il quale chiedi la Scheda tecnica e ti viene mandata la scheda tecnica?

Con un solo passaggio, invece dei mille passaggi adesso necessari?

Perché farsi ODIARE dagli utenti che vogliono accedere a queste benedette schede tecniche?

Dove Voglio Arrivare

Ti ho raccontato di Facebook e, al suo opposto, del caso di questo cliente per sensibilizzarti riguardo un aspetto MOLTO importante riguardante la tua presenza online, troppo spesso IGNORATO: l’usabilità del sito web (o del blog o di quello che hai…).

Che cos’è l’usabilità? Spiegato in maniera molto semplice, l’usabilità del tuo sito è la sua capacità di rendere SEMPLICE la ricerca delle informazioni e il compimento delle azioni (come richiedere un preventivo, scaricare un documento, registrarsi alla newsletter ecce cc).

Perché NON immagini neanche quanto possa INCIDERE sui risultati della tua presenza online l’usabilità del tuo sito: se è facile da usare (non per te, ma per i tuoi clienti) non puoi che goderne dei vantaggi. E al contrario, se rendi complicata la vita del visitatore del tuo sito, sta pur sicuro che riceverai un danno da questa situazione.

Quindi cosa devi fare?
Semplice: prendi uno sconosciuto (o almeno uno che non conosce il tuo sito) mettilo davanti al pc, fallo collegare al tuo sito e chiedigli “Provi a chiedere un preventivo?” (o scaricare un documento, o iscriversi alla newsletter ecce cc). Potresti accorgerti che il tuo sito è una tortura… e forse è il caso che corri immediatamente ai ripari!

*****************************
Quanti altri dettagli FONDAMENTALI trascuri sul tuo sito?

Se vuoi che ti aiuti a scoprirlo (diventando mio cliente) contattami qui e vediamo se posso aiutarti.
*****************************