[Pagine Web] L’enorme Importanza delle TRAPPOLE per l’occhio

Produciamo contenuti.
Spesso tanti.

Scriviamo articoli per il blog.
E scriviamo…
E scriviamo…

E aggiungiamo pagine al sito
E scriviamo…
E scriviamo…

Muri di testo.
Infiniti muri di testo.

Che però alla fine, a prescindere dal contenuto, risultano ILLEGGIBILI😭

Perché sono impaginati SENZA alcuna accortezza.

Anche questo è un errore FATALE, che ABBATTE l’efficacia della nostra azione online.

Perché una pagina web, un articolo di un blog, oltre che interessanti nel contenuto, devono esserlo anche per la VISTA dei nostri utenti.

Mai come in questo caso il detto “anche l’occhio” vuole la sua parte.

E la “sua parte” sono le TRAPPOLE PER L’OCCHIO.

Cosa sono le trappole per l’occhio?…ti starai chiedendo.
Te lo spiego subito con un esempio…

Sei in libreria…
Gironzoli per gli scaffali pieni zeppi di libri.
Vedi una copertina che ti attrae.

Prendi in mano il libro.
Guardi meglio la copertina.
Leggi il retro.

Comincia ad interessarti e allora vai all’indice: provi a capirne da li il contenuto.

E se ti piace cosa trovi scritto nell’indice dei capitoli, magari decidi di acquistare.

Vero che ti è successo qualcosa del genere?

Magari non per tutti i libri acquistati, ma scommetto che qualcosa del genere l’avrai fatto almeno una volta in vita tua.
Online facciamo qualcosa di simile.

Soprattutto da quando hanno preso piede gli smartphone, che ormai già da un po’ sono diventati il dispositivo ampiamente al primo posto quanto a fonti di traffico dei siti web.

Cosa facciamo quindi? 🤔
Spesso, molto spesso, scorriamo velocemente una pagina prima di decidere di soffermarci ad approfondirne il contenuto.

Così come per i libri ci mettiamo a leggere l’indice prima di deciderne l’acquisto, allo stesso modo scorriamo velocemente una pagina web cercandone “l’indice”…
.
PROBLEMA 
Tu a sta cosa non c’hai mai pensato.

PROBLEMA PIÙ GROSSO 
Non c’ha mai pensato manco la uebb aggenzy che ti segue per l’online.

E l’utente questo indice non lo trova e “rimbalza”, cioè esce immediatamente dalla tua pagina, perché non ha voglia di approfondire il contenuto prima di aver capito “dall’indice” se gli interessa.

COME DISTRIBUIRE LE TRAPPOLE PER L’OCCHIO NELLE TUE PAGINE WEB.

Ma cosa sono queste “trappole per l’occhio” allora?
Eccole elencate:

1⃣ Metti l’INDICE dei contenuti, EVIDENZIANDOLO

Come per l’indice di un libro, devi impaginare la tua pagina web in modo che ne renda di veloce consultazione i contenuti, prima dell’approfondimento.

Esempio:
Ho scritto tempo fa un articolo su “Come scrivere la pagina “Chi Siamo”: 9 consigli PRATICI da usare SUBITO (+ 1 Bonus finale)!”

9 consigli pratici…

Guarda l’articolo a questo link 👉 http://bit.ly/2K9SVxn

Scoprirai che:
 Il titolo dell’articolo è ripreso in grande anche all’interno dell’articolo,
 che i 9 consigli sono divisi in paragrafi i cui titoli sono “parlanti” (cioè spiegano qual è il consiglio), sono di un font più grande rispetto al testo, in grassetto e in arancione, colore diverso rispetto al resto.

Risultato: scorrendo velocemente il mio articolo “leggi l’indice”.
Fallo anche tu da oggi. E’ gratis 😉

2⃣ Dividi i contenuti “graficamente
In seconda battuta devi alleggerire la lettura, renderla più attraente e meno faticosa distribuendo in maniera ottimizzata i contenuti.

Cioè:
 dividi i paragrafi anche graficamente, creando anche dei box colorati,
 usa icone grafiche,
 utilizza immagini correlate al copy che le precede o segue,
 usa CTA di un colore che SPICCHI rispetto al resto del contenuto
 usa elenchi puntati
 dai risalto alle parti di testo importanti giocando su dimensioni e colori del font.

Queste (a differenza del punto 1) sono attività più complesse da fare.

Più adatte magari ad una landing page.

Come questa 👉 http://bit.ly/2CTlb15 che abbiamo fatto per un nostro cliente (soddisfatto) in agenzia.

😉

*****************************************
Vorresti ottenere più risultati 🚀 🚀 dal Web ma non sai come fare?
[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati online!]
.
Se credi che internet possa essere una risorsa per la tua azienda ma non hai ancora trovato un partner che ti aiuti a sfruttare questa risorsa parlane con ME ADESSO.
.
Contattami qui  https://www.gianpaoloantonante.it/contatti/.
Analizzerò la tua situazione online per capire insieme a te se e come posso aiutarti.
*****************************************