come trovare nuovi clienti online

Come trovare nuovi clienti online.

Le scorsa estate sono stato in ferie a Taranto (mia città d’origine)…


Ho portato i bimbi al mare tutti i giorni: Taranto è una città con mille problemi, ma se ha qualcosa di stupendo, quella cosa è proprio il mare cristallino.

Leonardo il mio bimbo “grande” (ha 3 anni) vedeva i pesciolini nel mare e voleva prenderli.

In realtà la “caccia” ai pesciolini è lo sport nazionale della maggior parte dei bimbi, ed infatti se ne vedono frotte armate di retino che vagano incessantemente nell’acqua in cerca delle ambite prede.

Il problema è che i pescetti, col retino, non è per niente facile catturarli: sono velocissimi, ed infatti la maggior parte dei bambini concludeva ogni giorno la battuta di pesca con magrissimi risultati.

Tranne Leonardo, mio figlio, che invece vedeva quotidianamente ricolmo il suo secchiello di gobbioni, pesciolini vari e gamberetti.

Come faceva il mio piccolo a pescare tanto?
Te lo spiego subito: facendo i CASTELLI DI SABBIA.

Non capisci? Ok, spiego meglio…

Siccome anch’io da piccolo passavo le giornate intere a rincorrere col retino pesciolini scattanti e irraggiungibili, un bel giorno mio nonno mi insegnò come costruire una “nassa” con una bottiglia di plastica.

Se non sai cos’è una nassa te lo spiego in breve: è uno strumento di pesca rappresentato da un “contenitore” all’interno del quale si mette l’esca e che ha un’entrata ad imbuto. In pratica il pesce entra “dall’imbuto” all’interno della trappola attratto dal cibo esca, ma ne rimane intrappolato perché non trova più l’uscita.

Ed è proprio quello che ho fatto per pescare i pesciolini a Leonardo: ho preso una bottiglia di plastica, ne ho tagliato il collo con un coltello e l’ho reinserito nella bottiglia capovolto, creando l’imbuto (vedi immagine iniziale).

Poi ho inserito all’interno le esche (semplici pezzi di cracker) e ho posizionato la nassa fatta in casa sotto gli scogli vicino al nostro ombrellone.

Così, mentre io e Leonardo facevamo i nostri castelli di sabbia e gli altri bimbi si spezzavano la schiena a rincorrere i pesciolini col retino (prendendone tra l’altro pochi o nessuno), la nostra trappola si riempiva di pescetti e gamberetti mentre noi facevamo altro…

Bene…ora ti starai chiedendo: ok, bella storiella familiare, ma a me a che serve? Serve per capire come trovare nuovi clienti online.

Serve perché, mentre la nassa di plastica raccoglieva i pesci per Leonardo (il mio bimbo), la mia nassa “virtuale” acquisiva per me nuovi clienti

Prima di andare in ferie infatti avevo impostato una serie di automazioni per la pubblicazione automatica di post su Facebook, invio di newsletter ecc ecc.

E tutto l’ambaradan impostato mi ha portato ad avere diversi contatti di nuovi potenziali clienti arrivati mentre io facevo i castelli di sabbia con mio figlio.

E tu? Quanti contatti di nuovi clienti hai avuto mentre eri in spiaggia?

*******************************
[Vuoi acquisire anche tu NUOVI CLIENTI mente fai altro?]
Allora devi creare la tua NASSA VIRTUALE
Come farlo nel tuo caso specifico adesso NON lo so ancora, perché non ti conosco. Ma sei sei interessato ad approfondire l’argomento contattami qui e valuteremo qual’è la strategia migliore nel tuo caso.
********************************