Gianpaolo Antonante contatti
0 0 0
0Condivisioni

Guida al SITO PERFETTO, Realizzazione siti Web

Come scrivere la pagina “Chi Siamo” e distinguerti FINALMENTE dai tuoi concorrenti senza ammazzare di noia il lettore: 9 consigli PRATICI da usare SUBITO (+ 1 Bonus finale)!

Come scrivere la pagina chi siamo

“La Pippo srl, leader nel campo della produzione di tagliaunghie dei piedinasce a Catanzaro nel 1965, dove rimane fino al 2012, anno in cui l’azienda si trasferisce a San Severo di Foggia, in una struttura più grande e moderna, passando dagli iniziali 500 ai 3.000 mq del nuovo stabilimento. (qui ci mettiamo na bella foto del capannone)

Ricerca e sperimentazioneflessibilità e prontezza nell’adeguarsi alle nuove esigenze di mercato, permettono di fornire soluzioni personalizzate ed attente ad ogni necessità.

Organizzazioneprofessionalità preparazione di tutto il personale e dei collaboratori esterni, sono i punti fondamentali della filosofia commerciale Pippo srl.”

Mi sta uscendo il sangue dal naso dalla NOIA. Roba da stomaci forti…

Quello sopra è il copia/incolla del testo di una pagina “Chi Siamo” di un’azienda con la quale sono entrato in contatto qualche tempo fa…

Quella pagina è ancora online (ne ho solo cambiato quale riferimento per privacy)
Quella pagina è l’esempio TIPICO di pagina “Chi Siamo” presente sui siti web del 99% delle aziende: un inutile e noioso accrocchio di parole trite e ritrite.

“Leader di settore”, professionalità, attenzione al cliente  sono gli ingredienti della stessa ricetta che mi ritrovo davanti nella maggior parte dei casi: nà noia mortale che la metà basta…

Che poi scusami, ‘sta cosa me la devi spiegare:
se il leader, per definizione è UNO, il primo di una categoria, com’è che siete tutti leader tu e i tuoi concorrenti? Mah…

Forse NON sapevi che…

Eppure la pagina chi siamo è una delle pagine PIU’ visitate di ogni sito web, sicuramente anche del TUO.

Controlla pure le statistiche di navigazione del tuo sito e vedrai che ho ragione.
Il motivo è semplice da comprendere: un utente arriva sul tuo sito, magari trova anche interesse per un tuo prodotto o servizio e per la tua azienda, e pensa che subito o in un secondo momento, approfondirà la questione, contattandoti per un preventivo , un acquisto ecc ecc.

A questo punto cosa fa?
Cerca conferme circa la bontà della scelta che si sta approcciando a fare: proverà a cercare online opinioni su di te e sulla tua azienda, cercherà testimonianze di clienti soddisfatti, ma per prima cosa andrà a leggere la tua pagina “Chi Siamo”, per capire da TE come ti presenti.

Qui possono succedere due cose:

  • Hai una pagina “Chi Siamo” FIGA, studiata bene, EFFICACE dal punto di vista della comunicazione, che attrae MOLTO l’attenzione dell’utente, segnando subito la differenza tra te e i tuoi concorrenti e aggiudicandoti un vantaggio che da quel momento in poi potrebbe essere DECISIVO;
  • Hai una pagina “Chi Siamo” tipo quella accennata in apertura, che spiega che sei leader nella produzione di bla bla bla, che c’hai il capannone di tot mila metri quadrati e….DU PALLE COSI’ CHE la META’ BASTANO. In questo sprechi l’opportunità di segnare un punto a tuo vantaggio, e quando l’utente lascia la tua pagina “Chi Siamo” se ne è dimenticato un secondo dopo (della pagina e, forse, anche di te e della tua azienda)

Tu come stai messo?

Com’è la pagina “Chi Siamo” del tuo sito?

Se è del tipo 1) mi complimento con te. Ottimo lavoro, e forse quest’articolo non ti porterà particolari vantaggi….
Se invece (come TEMO) è del tipo 2) allora magari perdili sti 10 minuti e continua a leggere….fidati 😉

Come scrivere la pagina “Chi Siamo” e distinguerti FINALMENTE dai tuoi concorrenti senza ammazzare di noia il lettore: 9 consigli PRATICI da usare SUBITO (+ 1 Bonus finale)!

Nell’articolo di oggi ti parlo proprio di questo: Come scrivere la pagina “Chi Siamo” con l’elenco di 9 consigli da seguire (+ 1 BONUS) per scriverla MEGLIO della tua attuale e distinguerti finalmente dai tuoi concorrenti.

ATTENZIONE: Non devi seguire tutti i consigli. Non è possibile. Puoi però usarne più di uno, integrandoli tra loro. Scegli quelli che più si addicono, a te e alla tua azienda e mettili in pratica. Da OGGI.

Quell’obbrobrio di “Chi Siamo” prima lo fai sparire, meglio è.

Sei pronto? Bene, cominciamo…

1) Racconta la tua STORIA

Molto spesso, quando parlo con un imprenditore mio cliente, mi capita di sentire storie STRAORDINARIE:  uomini o donne che si sono fatti un MAZZO così per anni, che hanno magari avuto un’intuizione geniale che li ha portati al successo, attraversando e superando mille difficoltà.

Sistematicamente di queste storie NON si trova TRACCIA all’interno del sito aziendale: questo è un ERRORE.

Se hai una storia da raccontare, FALLO: in questo modo “accorcerai” immediatamente le distanze tra te e l’utente del tuo sito, che da quel momento in poi sarà un po’ meno utente diffidente (noi italiani siam CAMPIONI in diffidenza) e un po’ più tuo cliente…

Racconta cosa ti ha fatto scegliere di fare quel lavoro, i sogni che ti hanno spinto a seguire il tuo istinto e le difficoltà che hai dovuto superare: soprattutto se lavori nel B2B e i tuoi clienti sono imprenditori, quest’approccio può essere molto EFFICACE.

Fare l’imprenditore è DIFFICILE. Farlo in Italia, è TREMENDAMENTE DIFFICILE.
Se racconti la tua storia e le difficoltà che hai dovuto superare, il lettore entrerà molto prima in sintonia con te.

Sei partito in un garage (come la Apple e Microsoft)? Raccontalo…
L’azienda esiste da 112 anni? Mettici le foto: partendo da quelle in bianco e nero fino ad arrivare ai giorni nostri.

Le storie piacciono alla gente e sono sempre UNICHE.  Racconta la tua nel tuo “Chi Siamo”.

ATTENZIONE: Non fare la cronistoria di ognuno dei 112 anni di vita della tua azienda. NON devi raccontare proprio TUTTO TUTTO, solo i concetti fondamentali.

Questo non significa che devi fare una pagina “Chi Siamo” di 4 righe ma manco di 400.  Usa il buonsenso.


2) Inizia parlando del tuo cliente ( non di TE )

Volevo venderti pubblicità EFFICACE…
e volevo che i tuoi investimenti in marketing, fatti accordandomi la tua fiducia, portassero un ritorno e l’aumento delle VENDITE…

Queste potrebbero essere tre righe con le quale cominciare la MIA pagina “Chi Siamo”. Ti riassumo in breve la mia storia: da giovane vendevo spazi pubblicitari su un quotidiano locale di Rimini, fino a quando mi sono accorto che poi queste “pubblicità” non davano riscontro ai miei clienti: spendevano un mucchio di soldi e gli tornava indietro molto poco. Quindi decisi di darmi al web marketing…

Puoi fare la tua pagina Chi Siamo in maniera simile: partendo dal RISULTATO che vuoi dare al cliente (e che lui si aspetta), e da li in poi presentare te e la tua azienda.

Perché, diciamocela tutta: un cliente che visita il tuo sito, è difficile che sia davvero interessato a conoscere te e la tua azienda, anzi molto probabilmente, non gliene può fregà de meno.

Ed è anche giusto e normale che sia così: qui si parla di lavoro, non di assistenza sociale.

Se un cliente visita il tuo sito, vuole capire se è nel posto giusto per trovare la SOLUZIONE al suo problema.

Parti quindi parlando della soluzione che gli prometti e del problema che gli risolvi: in questo modo la sua attenzione sarà CATTURATA.


3) Mettici la FACCIA

Le persone parlano con le persone.
I clienti, nella maggior parte dei casi, comprano da persone.
Non dalle aziende (che è un concetto astratto).

Né tantomeno dai capannoni (ti prego togli quella foto se ce l’hai nel sito).

Nella pagina “Chi Siamo” pubblica la tua foto (tua dell’imprenditore) e magari anche quella dei tuoi collaboratori, con nome e cognome. Mostrare già dal sito il volto delle persone che stanno dietro all’azienda accorcia le distanze tra te e il tuo potenziale cliente e rende più umana la tua azienda.

Anzi, in molti casi porta a clienti che ti contattano parlandoti come se già ti conoscessero.

E per carità: EVITIAMO le foto prese online di modelli superfighi che dovrebbero rappresentarvi.

NOTA IMPORTANTE: presentare direttamente le persone è tanto più importante quanta più fiducia è necessaria al cliente per acquistare il tuo prodotto/servizio.

Esempio estremo:
Se fai il CardioChirurgo capirai bene che per il tuo cliente (il paziente) la fiducia verso di te è la leva principale che lo porterà a sceglierti.

In questo caso (e in casi simili anche meno estremi) è più importante presentare direttamente le PERSONE. Ricordalo.


4) Fai un VIDEO

Metti nel “Chi Siamo” un bel video.
OCCHIO: non mi riferisco al video che fa vedere il capannone dall’alto, i macchinari in funzione, il prodotto finito ecc ecc

Un video così è NOIOSO e per NIENTE originale.

Fai un video in cui parli TU, ci metti la TUA faccia, la TUA voce e spieghi il tuo “Chi Siamo”: potrai scegliere se raccontare la tua storia, i problemi che risolvi ai tuoi clienti,  o magari riprodurre con un video il chi siamo realizzato seguendo uno dei prossimi consigli.

Altro suggerimento: pubblica nella stessa pagina anche la trascrizione testuale del video.

Qualcuno potrebbe NON riuscire a visualizzarlo, oppure essere in un luogo pubblico in cui non può ascoltarne l’audio: se c’è anche il testo almeno legge.

E anzi, potresti fare a prescindere un video di quello che scrivi nel “Chi Siamo” in modo da lasciare all’utente la scelta di quale formato utilizzare 😉


5) Fai parlare i tuoi clienti (includi le testimonianze)

Altro consiglio MOLTO utile ed efficace: pubblica all’interno della pagina “Chi Siamo” le testimonianze dei tuoi clienti soddisfatti.

Come ti dicevo prima, in molti casi, chi si appresta a leggere la tua pagina “Chi Siamo” lo fa perché in qualche modo sta cominciando a sceglierti.

In quei casi quindi, è sicuramente UTILE e necessario che tu per primo ti presenti in maniera efficace, ma se lo fanno anche i tuoi clienti, che per loro bocca dicono “quanto sei bravo”, sarai d’accordo con me che la cosa funziona ancora meglio.

Le testimonianze dei clienti spiegheranno all’utente come il tuo prodotto o servizio hanno migliorato e risolto una loro problematica e queste informazioni, raccontate da un “esterno” alla tua azienda, sono una leva di convincimento molto forte. USALA.

IMPORTANTE: le testimonianze devono essere il più possibili riconducibili a chi le ha rilasciate, quindi ti elenco in quale modalità sarebbe meglio raccoglierle:

  • Testimonianze Video: sono le migliori perché evidentemente quelle meno “taroccabili”. E se riesci a farle video ricordati di inserire in apertura del video i riferimenti della persona (nome e cognome e se lavori nel b2b anche azienda di appartenenza e ruolo aziendale)
  • Testimonianze dai Social Network: se non riesci a fare i video, anche i Social Network sono un ottimo strumento per la raccolta delle testimonianze dei clienti. Se usi Facebok, fatti rilasciare una recensione sulla pagina aziendale, se usi Linkedin fai mandare una email dall’account del cliente. In questo modo potrai pubblicare sulla pagina “Chi Siamo” gli ScreenShot delle testimonianze ricevute ricordandoti di linkare ai profili dei clienti che te le hanno rilasciate.
  • Testimonianze scritte: se non riesci ad ottenere testimonianze video o dai Social Network, allora tocca accontentarsi di quelle scritte. Fattele rilasciare via email, e poi trascrivile nella pagina “Chi Siamo”. Ma ATTENZIONE, almeno i riferimenti personali del cliente tocca che ti fai autorizzare a pubblicarli. Perché mostrare una testimonianza rilasciata da un cliente anonimo NON è quasi per niente utile, e anzi ti fa correre il rischio che sembri “finta”.

6) Fai parlare i dipendenti

Hai costruito con tanto tempo e sacrificio uno STAFF che ti invidiano tutti i concorrenti e che lascia super soddisfatto ogni tuo cliente. OTTIMO!

Sei riuscito in un’impresa TITANICA che ti invidio (non solo io ma chiunque ne venga a conoscenza).

Creare uno staff competente e all’altezza della situazione che sia in grado di soddisfare il tuo cliente senza che per forza ogni volta ci devi metter il becco tu è la risorsa più preziosa che un’azienda può avere.
E farcela richiede doti considerevoli.

Bene, se sei stato così bravo da riuscire nell’impresa, nella pagina “Chi Siamo” parla dei tuoi dipendenti, dei tuoi ragazzi.

Anzi, meglio, fai PARLARE LORO.

Fa raccontare ad ognuno la propria storia, il percorso che lo ha portato nella tua azienda, la crescita che nel tempo ha avuto, e la passione che lo accompagna nella propria mansione.

Questo approccio UMANIZZERA’ la tua azienda e farà conoscere in anteprima al tuo potenziale cliente le persone con cui avrà a che fare quando comincerà il rapporto di lavoro.


7) Parla semplice. Parla come mangi

Quando scrivi il “Chi Siamo” parla SEMPLICE. I termini tecnici sono VIETATI, soprattutto se incomprensibili ai tuoi clienti.

Scrivi dando del TU all’utente.

Rivolgerti direttamente al lettore ti aiuta MOLTISSIMO ad attrarre la sua attenzione instaurando una comunicazione ONE to ONE (faccia a faccia, a dirla facile).

La gente vuole capire SUBITO quello che dici e vuole sentirtelo dire con parole comprensibili.

A questo proposito, dopo aver buttato giù la bozza del tuo “Chi Siamo” fallo leggere a qualcuno che corrisponde al target di tuo potenziale cliente: se non capisce qualcosa o ti chiede “ma questo che significa?” allora non ci siamo.

Devi riscriverla finchè non sia completamente COMPRENSIBILE.

Nota: non dare per scontato e banale questo punto perché NON lo è affatto. Anzi è molto spesso uno degli errori principali commessi dalle aziende che si presentano utilizzando termini tecnici e/o ampollosi nei loro contenuti col risultato che poi nessuno ci capisce una mazza.

Non commettere lo stesso ERRORE!


8) Assicurati che rispecchi te e la tua azienda

Avrai pur sentito parlare almeno una volta nella vita di quegli alberghi/villaggi turistici che sul sito web e/o nel catalogo dell’agenzia si presentano come posti STUPENDI da 32 stelle, salvo poi scoprire delle bettole fatiscenti quando ormai hai prenotato (e pagato).

Beh, con le dovute proporzioni del caso, questo è un errore che devi ASSOLUTAMENTE evitare nello scrivere la tua pagina “Chi Siamo”.

Non usare foto e/o contenuti che non rispecchiano appieno te e la tua azienda.
Se sei una persona semplice non presentarti nel “Chi Siamo” in maniera pomposa e altisonante.

Se la tua azienda è piccola, non presentarla come una multinazionale: non c’è niente di male ad essere piccoli e anche grandi colossi sono partiti dal basso (come la Apple e Microsoft di cui ti accennavo prima).

Se hai un blog nel quale parli in maniera diretta e senza fronzoli, scrivi una pagina “Chi Siamo” che usi lo stesso tono di voce del tuo blog.

In pratica nel “Chi Siamo” sii coerente con la realtà della tua azienda: chi diventa tuo cliente prima o poi entrerà in contatto con te.

In quel momento non deve avere l’impressione di essere capitato nel posto sbagliato, ma al contrario di trovarsi in un posto familiare e di conoscerti da un pezzo.

Assicurati quindi che la tua pagina “Chi Siamo” rispecchi te e la tua azienda.


9) Non darla per scontata

L’ultimo consiglio che ti do (anzi il penultimo perché c’è ancora il bonus) a pensarci bene avrebbe potuto stare anche al primo posto.

NON dare per scontata la pagina “Chi Siamo”.

Farlo sarebbe un grossissimo ERRORE.

Molte aziende (troppe ancora, anzi quasi tutte) danno per scontata la pagina “Chi Siamo”, riutilizzando lo stesso testo ideato per il sito del 1997, preoccupandosi molto di più di aggiornare i contenuti che presentano i prodotti e i servizi.

Errore gravissimo.
Nella stragrande maggioranza dei casi, i prodotti e i servizi sono simili (troppo simili) a quelli che vendono anche i tuoi concorrenti, e focalizzare i propri sforzi nella loro presentazione, può addirittura portare un vantaggio alla concorrenza.

Che comunque può imitare molto facilmente il modo in cui presenti il prodotto.
Quello che NON può imitare altrettanto facilmente è TE e la TUA azienda.

E poi ricorda quanto dicevo prima: i clienti comprano dalle persone, NON dalle aziende.

Usa il “Chi siamo” per distinguerti IMMEDIATAMENTE dai tuoi concorrenti.

Dopo quest’articolo vai sul tuo sito, rileggi il “Chi Siamo” e se come penso, NON ci troverai niente di interessante, mettiti SUBITO al lavoro per migliorare quella pagina al più presto possibile.

[BONUS – Ebook Gratuito] Mostra Personalità scrivendo il “Chi NON Siamo”

C’è ancora un ultimo consiglio BOMBA che posso darti su come scrivere il “Chi Siamo”:  scrivi il “Chi NON Siamo”.

In moltissimi casi può essere una strategia EFFICACISSIMA.

Per scoprire come scriverla e cosa intendo ti basta scaricare l’Ebook GRATUITO. Lascia la tua email nel form qui sotto per riceverlo SUBITO.


Inserisci i tuoi dati per ricevere l’Ebook

Dopo aver riscritto la pagina Misura se ha FUNZIONATO.

Mi raccomando non dimenticarti di misurare il risultato del tuo sforzo.
Fallo controllando le statistiche di Analytics del tuo sito.

In particolare, quello che dovresti controllare dopo la modifica, è controllare se aumenta il “tempo medio sulla pagina”, ovvero se gli utenti che visitano il tuo sito, stanno più tempo su quella pagina rispetto alla versione precedente del “Chi Siamo”.

Se infatti noterai un aumento del tempo medio sulla pagina, vorrà dire che il nuovo contenuto è più interessante rispetto al precedente e che gli utenti leggono tutta la pagina.

Per controllare il “tempo medio sulla pagina” collegati ad Analytics e vai su:
=> Comportamento (nel menù laterale sinistro), => Tutte le pagine e cerca nella lista la tua pagina “Chi Siamo”. Nelle colonne a destra del grafico troverai anche la colonna “tempo medio sulla pagina”.

E comunque, Analytics a parte, verifica se piace alla gente: se scrivi una pagina “Chi Siamo” come si deve vedrai che in diversi te lo faranno notare sottolineandoti che gli è piaciuta (a me è successo un sacco di volte).

******************************
Devi anche tu migliorare l’efficacia della tua presenza online?
[Contattami SUBITO per parlarne]

Pensi di poter sfruttare meglio internet per la tua azienda rispetto a quanto fai adesso?
Vorresti più risultati dalla tua presenza online ma la tua web agency non è in grado di sostenerti?

So bene di cosa stai parlando…
Ma io posso AIUTARTI. Contattami qui e verificherò insieme a te cosa si può fare.
******************************

10 Commenti

  1. bravo. poche cose, ma chiare e importanti

  2. Grazie sempre Gianpaolo, sei una fonte di ispirazione per me anche se non sono un imprenditrice ;-)o ho già seguito alcuni tuoi consigli …alla prossima
    ciao marni

  3. marco

    Che Blog Gianpaolo !!!

    veramente una piacevole scoperta

    Solo consigli di Valore, Chiari e zero Fuffa!!!

    Complimenti

  4. Come sempre – Stampo – Archivio!
    Grazie mille!!!

Rispondi

GianpaoloAntonante.it di Gianpaolo Antonante  © 2018 – P.I. 04337530408
Indirizzo: Via Onesto Scavino, 10 – 47891 (RSM)
Telefono: 0549 964340 – email: info@gianpaoloantonante.it

Privacy Policy