che nome dare al proprio blog

Per una sala ricevimenti , come nome del blog, consiglieresti di usare quello della sala ricevimenti stessa oppure un nome X che però nello sviluppo degli articoli riporti all’attività principale?

Questo è quello che m’ha chiesto un utente su Facebook in un commento ad un mio post in cui suggerivo consigli per sfruttare al meglio il proprio blog.

Immediatamente non potevo rispondergli: non sapevo di cosa stessimo parlando, non conoscevo la sala ricevimenti in questione… insomma non sapevo NIENTE del caso specifico.
Per questo ho chiesto a Marco (nome finto) di mandarmi almeno il link del sito della sala, in modo da avere qualche informazione in più.

Marco mi ha mandato il link, così ho potuto “studiare” un po’ la situazione…
Quindi, premettendo che con Marco non ci ho ancora neanche parlato, e che quindi andrebbe approfondita ulteriormente l’analisi, ecco la mia risposta alla sua domanda.

Che nome dare al proprio blog?

Risposta veloce: caro Marco, butta via il sito attuale e rifanne uno che contenga il blog.

Spiegazione alla risposta veloce.

1) Ristorante cercato per nome
Se Marco facesse un blog su un nuovo dominio tipo “matrimoniodafavola.it” avrebbe diverse problematiche da gestire:

– Inizialmente non lo conoscerebbe nessuno, e quindi servirebbe uno sforzo superiore a farlo conoscere,

– Problemi di “comunicazione”: un dominio nuovo e non collegato col nome del ristorante potrebbe provocare dei problemi di comunicazione.  Ad esempio, il ristorante ha una pagina Facebook con circa 8.000 fan. Ovviamente la pagina ha il nome del ristorante.
Se Marco fa un blog chiamato matrimoniodafavola.it, e condivide sulla pagina Facebook gli articoli, la gente vedrà link che rimandano a matrimoniodafavola.it e potrebbe non capire immediatamente che blog e ristorante sono collegati. Ogni volta che si può evitare il rischio di questi equivoci, è meglio evitarli.

Se invece Marco rifà completamente il sito, inserendo al suo interno il blog, evita i due problemi sopra elencati.


2) Sito attuale pieno di pecche

Il sito attuale è pieno di pecche, e quindi a mio parere andrebbe rifatto a prescindere dal discorso del blog.

Tra le problematiche che presenta, rilevo:

– Lentezza di caricamento delle pagine. Testando la home page con Gtmetrix (uno strumento gratuito online che misura la velocità di caricamento di un sito) la home page risulta caricare in 8 secondi (!!!),

– Mancano i rimandi alle recensioni di Tripadvisor
Cosa fai quando ti suggeriscono un ristorante che non hai mai frequentato prima? Per prima cosa vai su Tripadvisor e controlli come è messo. Beh, il ristorante di Marco ha la fortuna e il merito di avere recensioni super positive, con un giudizio totale di 4 stelle e mezzo, quindi quasi il massimo.
Ma all’interno dell’attuale sito non c’è traccia di questa cosa. GRAVE ERRORE


3) Testimonianze Video
Il passaparola è SICURAMENTE un veicolo importante per l’acquisizione di clienti. E’ molto probabile che moli sposi si affidano al suggerimento di parenti e amici per cercare il ristorante del proprio matrimonio. Senti qualcuno che si è trovato bene e ti fidi.

Ma allora perché non raccogliere testimonianze video degli sposi a fine ricevimento (o comunque durante il ricevimento)?

Marco probabilmente ha la fortuna di poter sfuttare questa possiblità: ha i suoi clienti a portata di mano mentre “provano” il suo “prodotto” e ne rimangono soddisfatti. E’ una fortuna che non hanno tutte le aziende. E Marco dovrebbe sfruttarla. Per far cosa?

Semplice: avere all’interno del sito/blog una sezione Testimonianze dei clienti all’interno della quale pubblicare i video degli sposi felici del loro ricevimento.

Devo convincerti che sarebbe una cosa utile? Pensa ad una sposa che sta valutando il ristorante di Marco per il suo matrimonio e vede i video di 20 coppie di sposi che, DURANTE il loro ricevimento, dimostrano tutta la loro soddisfazione….Direi che non c’è altro da aggiungere.

Nota aggiuntiva: quei video poi possono essere sfruttati anche sui social, nell’invio di email ecc ecc.


4) Video della Location
Qual’è un altro motivo per cui gli sposi scelgono il ristorante per il ricevimento? Bravo…la location (oppure come diceva mio nonno, scelgono per quanto è bello il posto).

Marco ha la fortuna di avere un ristorante STRAFIGO con una location spaziale. E che aspetti a fare dei video? Non mi riferisco a video con l’operatore che ti costano un occhio della testa (anche se, visto la situazione, un video professionale glielo farei fare…).

Mi riferisco alla produzione continua di video che di volta in volta, facciano scoprire agli utenti alcuni dettagli della location…Una produzione continua di contenuti con lo scopo di far pensare: “Cacchio che bel posto…”


5) Video dei piatti

“Mi raccomando, si deve mangiare bene che devo fare bella figura con gli invitati!”
Il ristorante si trova al sud, e si sa, i terroni al cibo buono ci tengono particolarmente (…non ti incazzare per il “terrone”, sono di Taranto e fiero di esserlo).
E visto che anche in questo  Marco ha la fortuna di avere una cucina che produce piatti bellissimi (così vedo dalle foto del sito), e visto che anche in questo caso, Marco ha la possibilità di produrre in continuazione nuovi video, che aspetti a farlo!

Basta armarsi di smartphone e riprendere la preparazione dei piatti pià belli, e poi pubblicare i video all’interno di una sezione del sito creata appositamente e condividere gli stessi video sui social, agil iscritti alla newsletter ecc ecc


6) E il Social Trucco
E infine il Social Trucco, ovvero un consiglio per una pratica “SCORRETTISSIMA”, ma che secondo me non dovrebbe esitare un secondo di più e metterla in pratica da OGGI.

Torniamo al passaparola: come dicevamo nel punto precedente, uno delle più grosse leve che spingono gli sposi a scegliere il ristorante per il ricevimento è probabilmente il passaparola.

Quindi la sposa si informa con le amiche, le suggeriscono un ristorante, si fida della loro parola e lo sceglie (ovviamente visitandolo, provandolo ecc).

Ma allora perché NON MANOVRARE il passaparola?
Ti spiego cosa intendo.

Marco potrebbe produrre del materiale (un piccolo video o delle foto) degli sposi che scelgono il suo ristorante per il ricevimento e poi scrivere un post su Facebook nel quale (ad esempio) li ringrazia di aver scelto il suo ristorante per la loro cerimonia.

E nel post TAGGA i due sposi (che al 99% hanno un profilo Facebook). Il risultato di questa operazione è che questo post viene visualizzato sul diario del profilo dei due sposi e TUTTI i loro amici lo vedono…e tra l’altro, essendo il loro matrimonio, centinaia di like sono assicurati.

Ed ecco che il passaparola l’hai bello che MANOVRATO.

Nota tecnica: dalla pagina Facebook NON puoi taggare per persone all’interno di un post, ma Marco risolve il problema creando un profilo personale “Lavorativo” col il quale fare questa operazione.

Conclusione

Marco mi aveva chiesto del nome del blog, e io c’ho tirato fuori un post su mille altri argomenti.
L’ho fatto perché suppongo (ripeto che con Marco non c’ho parlato) che molti aspetti Marco li ha ignorati.

Il blog, e la produzione di contenuti continui che gli permettano di differenziarsi dai suoi concorrenti, è sicuramente un’ottima strategia da seguire, ma trascurare tutti gli altri aspetti suggeriti, rischierebbe di ridurre di molto i risultati derivanti dalla sua presenza online.

*******************************
[Fammi MIGLIORARE i TUOI risultati online!]

Se vuoi ottenere più RISULTATI dalla tua presenza online, parlane con ME ADESSO. ===> Contattami qui <===
*******************************