Campagne pubblicitarie Facebook

 

Ieri pomeriggio ho parlato con due clienti accomunati da una caratteristica: entrambi hanno attivato e gestito da soli Campagne pubblicitarie Facebook nei mesi scorsi.

 

Ed entrambi hanno commesso a mio parere un ERRORE importante nella gestione delle due campagne.

Ti spiego com’è andata.

Come ti dicevo, entrambi questi clienti hanno fatto una campagna Facebook con lo stesso obiettivo: aumentare i “Mi Piace” alla pagina.

Hanno SBAGLIATO l’obiettivo.

Aumentare i “Mi Piace” alla pagina è una delle campagne Facebook che preferisco, perchè meglio rispetto alle altre riesce a creare un “legame” con il fan: ci investi dei soldi, ma una volta che l’utente clicca “Mi Piace” è tuo, e da li in poi seguirà tutti i tuoi aggiornamenti.

E quindi in cosa hanno sbagliato questi due clienti?

Hanno sbagliato nel NON tenere in considerazione il fatto che, per motivi diversi, entrambi non pubblicano contenuti con frequenza sulla propria pagina! E questo è un problema IMPORTANTE.

Infatti Facebook ti mostra gli aggiornamenti di stato delle pagine e degli amici con cui interagisci con più frequenza, “oscurando” e non mostrandoti invece gli aggiornamenti di pagine e amici con cui interagisci poco (data la mole enorme di informazioni infatti, NON può mostrarti tutto)…

Cosa comporta questo meccanismo quindi per i due clienti in questione?

Semplice: aumentano i FAN alla pagina, ma non producendo con costanza contenuti, i fan non possono interagire e quindi va a finire che se anche cominciano a pubblicare, la maggioranza dei fan alla pagina NON VEDRA’ ALCUN AGGIORNAMENTO.

Se me lo chiedevano PRIMA, quantomeno si risparmiavano l’investimento.

****************************************************
Facebook può servire anche alla TUA azienda?
[Lasciami gestire le Tue Campagne di Social Media Marketing]

Se vuoi ottenere più RISULTATI dalla tua presenza online, e magari valutare di inserire Facebook e il Social Media Marketing tra i tuoi strumenti di PROMOZIONE, parlane con ME ADESSO.
Contattami qui
****************************************************