70 0 0
70Condivisioni

Google Adwords

Quante persone cliccano sugli annunci a pagamento di Google? Ecco la risposta ai tuoi dubbi di imprenditore che pensa “io non ci clicco mai, la mia campagna funzionerà?”

Qualche giorno fa su Facebook vedo il post di un utente che scrive:

“Ciao a tutti, vi faccio una domanda: quanti di voi quando fanno una ricerca su Google cliccano sugli annunci a pagamento (quelli che vengono messi in cima alla pagina) e quanti invece li saltano per cercare il primo “non a pagamento”?”

Questa domanda me la sento ripetere da quando faccio questo lavoro (ormai circa 10 anni) e da quando “vendo” Google Adwords.

“Ma io sugli annunci non ci clicco mai…se ci pubblicizzo la mia azienda funzionerà?”

Capisco da dove nasce il dubbio, ma ci sono un sacco di considerazioni da fare, e nell’articolo di oggi cercherò di darti tutte le informazioni a mia disposizione per schiarirti le idee rispetto a questo argomento che diventa MOLTO importante quando si tratta di promozione online di un’azienda, visto che Google Adwords è un protagonista importante in questo contesto.

I “numeri” di Google

Partiamo da capire quali sono i numeri di Google.

Come rivela questo articolo del Sole24Ore, nel primo trimestre 2017 Google ha fatturato 24,75 Miliardi di Dollari (MILIARDI) di cui 21,4 miliardi di entrate pubblicitarie.

Ripeto per chiarezza: su 24,75 miliardi di dollari di fatturato 21,4 sono derivati da entrate pubblicitarie. E Adwords è la piattaforma pubblicitaria di Google.

Tra l’altro, come dice l’articolo stesso, con un incremento del 22% rispetto ai risultati attesi.

Quindi, se dovessimo basarci su questi numeri, già appare evidente che su ‘sti annunci la gente ci clicca, altrimenti un fatturato così abnorme non sarebbe possibile.

Ma non ci fermiamo a questo, e andiamo avanti…

Il 55% delle persone NON riconosce gli annunci

“Ma io sugli annunci non ci clicco mai…se ci pubblicizzo la mia azienda funzionerà?”

Io sugli annunci non ci clicco mai…mi dicevi. Ok. Ti credo.
Ma per evitarli, gli annunci devi PRIMA riconoscerli.
E la cosa non è affatto scontata.

Infatti, come riporta questo articolo di Search Engine Watch (un portale molto autorevole del settore) in un’indagine svolta su 1.000 utenti britannici, il 55% delle persone ha risposto di NON riconoscere gli annunci sponsorizzati.

A questo dato aggiungo l’immagine sotto (estratta dallo stesso articolo).  Guardala un po’:

La figura riporta la “storia” di come Google ha presentato nel tempo i suoi annunci.
Cosa noti ti strano? Ti aiuto io…

Man mano Google ha testato vari formati grafici dei suoi annunci, con lo scopo evidente di verificare quale “funzionasse” di più, ovvero quale portava più click.

Guarda caso, il formato di oggi è praticamente IDENTICO a quello dei risultati organici (quindi non a pagamento), ad esclusione del piccolo box [Ann.] che indica che siamo in presenza in un annuncio sponsorizzato.

Trovi che sia di così facile individuazione?
I numeri dicono il contrario…

Ah, un’altra cosa importante.
E’ ovvio che TU che stai leggendo questo articolo NON fai testo: ti stai interessando all’argomento e quindi hai MOLTE più informazioni “tecniche” rispetto alla media.

Ma il tuo cliente ne sa quanto te?

Il 64% degli utenti “pronti a comprare” cliccano sugli annunci sponsorizzati

Nel cercare informazioni per scrivere questo post mi sono imbattuto su questo articolo di WordStream , un’azienda americana secondo la quale nel 64% delle ricerche con alto intento commerciale vengono cliccati gli annunci di Google a pagamento invece che quelli organici.

Cosa intendo per ricerche con alto intento commerciale?
Le ricerche ad alto intento commerciale sono quelle fatte dagli utenti pronti a comprare, quelli che hanno i soldi in mano.

Esempio:

  • Se cerco “Iphone 8 plus 256gb” su Google è molto probabile che io stia cercando un sito che vende quel prodotto perché ho già deciso di comprarlo. La ricerca è specifica perché sto cercando uno specifico modello (8 plus), con specifiche caratteristiche (256gb) di uno specifico prodotto (iphone).Questo significa che ho già scelto di comprare quel prodotto e sto solo cercando da chi comprarlo.
  • Se invece cerco “miglior smartphone 2016” sono probabilmente ancora nella fase di raccolta di informazioni, perché non so ancora quale telefono comprerò e quindi cerco di capire online quale scegliere. (questo tipo di ricerche vengono chiamare “ricerche informative”).

Ecco, secondo la ricerca di Wordstream, nel primo caso, quello delle ricerche commerciali, gli annunci sponsorizzati attirano il 64% dei click.

Ora, io non so quanto quel dato possa essere attendibile, ma mi aiuta a farti fare un ragionamento…

Gli annunci di Google sono come i VENDITORI di Sky al Centro Commerciale

Pensando all’articolo m’è venuta in mente questa metafora: gli annunci di Google sono come i Venditori di Sky al centro commerciale.
Ti spiego perché.

Probabilmente ti sarà capitato di andare al centro commerciale e beccare lo stand di Sky, con dei ragazzotti baldanzosi che cercano di appiopparti l’abbonamento.

Successo vero?
Ok, andiamo avanti…

Quello che solitamente accade è che i clienti del centro commerciale fanno lo slalom per cercare di evitare l’approccio dei venditori, che cercano in tutti i modi di fermarti.

Bene…questo è quello che succede all’imprenditore che dice “Ma io sugli annunci non ci clicco mai…”

Ora però prova a pensare.
Se invece ti trovi nella situazione in cui, parlandone nei giorni prima con tua moglie, avete deciso di prendere Sky a casa (in realtà ha deciso lei…ma vabbè…) e andando al centro commerciale ti trovi lo stand di Sky coi venditori…cosa fai?

Lo eviti come fanno tutti?

Io non ne sarei così sicuro….anzi probabilmente ti ci fermi a parlare.

Morale della favola

Adwords è uno strumento ancora MOLTO importante per la presenza online delle aziende.

E’ ovvio che va valutata di caso in caso l’opportunità di utilizzarlo, ma ancora in tanti casi si rivela uno strumento indispensabile.

E la gente ci clicca eccome…come dimostrano i miliardi di dollari di fatturato di Google.

Quindi la prossima volta che ti viene proposto Adwords per la promozione della tua azienda, non dubitare su quanto possa funzionare lo strumento: sono dubbi futili oggi.

Preoccupati piuttosto di capire PERCHE’ ti viene proposto e in quale strategia viene inserito.

😉

************************
[Adwords può servire alla tua azienda?]

Ti è mai stato fatto un ragionamento SERIO sulla possibilità di usare ADWORDS per la promozione online della tua azienda?…

Ne dubito.

Se vuoi farlo per la PRIMA VOLTA, e capire se e come Adwords può essere utile per i tuoi affari contattami qui .
************************

1 Commento

  1. Simone

    Molto interessante, anche la cronologia della visualizzazione degli annunci a pagamento, in effetti adesso bisogna proprio farci molto caso per notarli..

Rispondi

Blog di Gianpaolo Antonante – © 2017

Cell. 324.7853024 – email: info@gianpaoloantonante.it